Cosa fare a Verona

Nell’immaginario collettivo, Verona è la città sullo sfondo della storia d’amore tragica tra Giulietta e Romeo. Tragedia di Shakespeare ha fatto la fortuna di questa città che attirano centinaia di turisti grazie ad una sorta di “turismo romantico”. Ma la bellezza di Verona non si esaurisce con il balcone di Giulietta, al contrario, siamo sicuri che il simbolo della casa di questa coppia sfortunata è solo l’inizio di un percorso culturale e storico interessante.

Verona è piena di storie artistiche, storiche e culturali, tutto questo in una città che conserva una suggestiva atmosfera fatta di vicoli, piazze e piatti tipici. Se volete guardare oltre il balcone vi consigliamo di andare a fare una passeggiata tra i suoi luoghi famosi, di gustare la sua cucina tipica e di godere la sua bella intrattenimenti. Lasciatevi sedurre da questa città di grande fascino.

L’Arena di Verona

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

L’anfiteatro romano (meglio conosciuto come l’Arena) è, con Romeo e Giulietta, il simbolo di questa città. E ‘stato costruito nel I secolo e come tutti gli anfiteatri ospitava spettacoli del gladiatore. Una struttura solida e imponente con l’esterno fronte di mattoni e marmo rosso (chiamato “rosso di Verona”), che creano un particolare effetto cromatico; l’interno con la sua fase centrale e una gradinata concentrici danno un effetto di grandezza. L’Arena mantiene la sua funzione di cento anni infatti è ancora il fondo stupenda di concerti e manifestazioni musicali.

Come arrivare: bus 11, 12, 13

 

Balcone di Giulietta a Verona

Verona fu il teatro dove la storia d’amore tragica tra Romeo e Giulietta, resa celebre da tragedia di Shakespeare, ha avuto luogo. In un edificio del XIII secolo, situata nel centro della città, gli abitanti delle città di Verona riconobbero la casa del Capuleti: la leggenda si fonde con la realtà, qui la ricerca di punti di riferimento. Una bella facciata di fronte a mattoni e una porta anteriore gotica all’esterno: nel cortile c’è una statua in bronzo raffigurante Giulietta e il balcone protagonista celebrare di una delle scene più famose della letteratura drammatica mondo. Casa di Giulietta è una tappa obbligata per chi vuole sentire la forza devastante di questo amore contrastato.

Come arrivare: bus 11, 12, 13

 

Il Duomo di Verona

In una piccola ma bella piazza, tra particolari ed armoniosi edifici, l’aumento cattedrale. E ‘stato costruito sui resti di due chiese precristiani, e anche se è stato consacrato nel 1187 i lavori ha continuato per lungo tempo. La facciata è il risultato della sovrapposizione di gotico e romanico, con una bella porta anteriore che ha due arcate. L’interno presenta due saccheggi di marmo rosso (marmo di Verona), che separano le tre navate della chiesa. Le statue del Rinascimento sono stati realizzati da artisti famosi di Verona.

Come arrivare: bus 11, 12, 13

 

Chiesa di San Zeno a Verona

La leggenda narra che, durante l’inondazione Adige nel 589, l’acqua si fermò sulla soglia risparmiando i fedeli che hanno trovato rifugio nella chiesa. Questa chiesa è uno dei più importanti esempi di architettura romanica in Italia e il suo aspetto attuale sembra risalire al XII secolo. San Zeno mantiene il corpo del Santo e la sua ricca di dipinti e sculture dal XII al XVI secolo. Una particolare attenzione merita la Pala di San Zeno dipinta da Andrea Mantegna, che è il primo esempio di Sacra Conversazione. La pala d’altare era sdraiarsi sull’altare di San Zeno il 31 Luglio 1459.

Come arrivare: bus 11, 12, 13 – 90 di sera

Piazza delle Erbe a Verona

Piazza delle Erbe è un frutto di colore e verdura del mercato, con il suo gruppo di ombrelloni enormi, circondato da edifici storici e monumenti, che è la caratteristica principale della piazza più antica di Verona. Gli edifici medievali ha preso il posto di quelli romani. Qui potete vedere il lato popolare della città, senza dimenticare la cultura. Sabato e Domenica mattina c’è il mercato, ma la sera questa piazza diventerà il salotto della città, dove gli abitanti della città si incontrano per un aperitivo. Un giro in piazza Erbe permetterà di scoprire i monumenti che rendono questa città così bella e che hanno segnato la storia di Verona. Nel centro della piazza c’è la fontana “Madonna Verona”, che è molto antica (1368). C’è una antica capitale troppo, chiamato anche “Tribuna” o (a torto) “gogna”. Risale al XIII secolo, quando sotto questo capitale si trova la “podestà” in attesa di entrare in carica.

Come arrivare: bus 11, 12, 13 – 90 di sera

Castelvecchio e il ponte Scaligero a Verona

Castelvecchio (letteralmente: Vecchio castello), con la sua incredibile ponte fortificato, rappresentano un monumento militare della Scaligera (la Scaligera era la famiglia nobile, detta anche “della Scala”, che governò Verona) il dominio. Cangrande II della Scala ha voluto la costruzione di questa fortezza non per proteggerlo dai pericoli esterni, ma per proteggersi dai tumulti popolari. Il ponte proiettato castello sull’altro lato del fiume, assicurando un modo sicuro per sfuggire in campagna. Il ponte ha tre arco, fu distrutta nel 1945 dai tedeschi, ma fu ricostruito nel 1951, mentre il castello è sede del museo civico di Verona.

Come arrivare: bus 11, 12, 13 – 90 di sera

 

Uscire a Verona

Verona non è noto per le sue notti interminabili, ma se non volete spendere tutto il tempo nella vostra camera d’albergo troverete alcune interessanti attività. La vita notturna inizia molto presto, un aperitivo in Piazza delle Erbe, Piazza Bra o sulla riva del fiume Adige. Dopo questo, i giovani veronesi vanno generalmente mangiare qualcosa in un ristorante o in un pub. Se si preferisce la discoteca è necessario spostare in direzione dei laghi dove ci sono la maggior parte delle discoteche. Mentre, se si preferisce una notte più culturale, nel periodo compreso tra maggio e ottobre c’è la stagione musicale dell’Arena o spettacoli al Teatro Romano.

 

Mangiare a Verona

La tradizione gloriosa cibo di Verona continua oggi nei ristoranti che offrono i piatti tipici ai loro clienti. Il riso e la polenta sono gli ingredienti principali, ma non è ancora finito. Uno dei piatti tipici di questa splendida città è la “peperita”, manzo bollito con una salsa di formaggio pepato, o “pastisada de caval” stufato di carne di cavallo, o “paparele”, pasta fatta in casa con piselli e fagioli. Verona è conosciuta anche per la sua produzione di vini DOC, quindi gustare il Bardolino e Valpolicella. Per chi ha un debole per i dolci consigliamo la famosa “pandoro” e la “Nadalin”, a dolci di Natale con una forma di stella.

 

Shopping a Verona

Le strade Centro Storico sono l’ideale per fare shopping: i turisti possono acquistare scarpe di cuoio e di altri prodotti, secondo con la produzione tipica di Verona. Una grande offerta di abiti si possono trovare nelle boutique, o in fabbrica, che spesso vende direttamente la loro produzione. Noti sono anche i mercati di strada, quella di Piazza delle Erbe, per esempio, se amate antiquario dovrete dare uno sguardo al mercato di Piazza Zeno (il mercato antiquario è ogni terzo Sabato del mese).

 

Consigli per visitare Verona:

Acquista la Verona Card, una carte prepagata per i musei

Se l’estate è calda, fai un giro al lago di Garda

Se ti piacciono i castelli, non perderti quello di Soave

Scopri le bellezze naturali del monte Baldo, il ponte naturale di Veja e le cascate di Molina

 

Crediti foto:
Verona Arena (Arena di Verona)  – Kevin Poh https://www.flickr.com/photos/kevinpoh/

Duomo, Verona – GeorgeDement https://www.flickr.com/photos/georgedement/

 

San Zeno – Verona – Simone Girlanda https://www.flickr.com/photos/simonegirlanda/

Piazza delle Erbe, Verona, Italy – ScotchBroom  https://www.flickr.com/photos/54081800@N07/

Castelvecchio (Verona) – Elescir